Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2009

L'Obamamobile è un bunker con ospedale

Immagine
Come un carro armato. Forse addirittura più potente e più sicura. Parliamo di The Beast, ovvero ‘La Bestia’, la macchina del presidente americano Barack Obama, il cui vero nome è Cadillac One, in pratica un modello speciale di Cadillac DeVille Touring Sedan. Si tratta – come riporta l’ultimo numero del mensile Airone - di un modello unico, per il quale la tecnologia si è davvero sprecata, così da fornirle tutte le caratteristiche necessarie a salvaguardare la vita del primo cittadino Usa. Dotata di quattro ruote motrici – con speciali pneumatici di tipo Run-flat (antiforatura) - The Beast è lunga 6 metri e larga 2, pesa 11 tonnellate e ha una potenza di 600 cavalli. La sua cilindrata misura 7mila cc. Esterni e interni sono stati studiati nei minimi dettagli per renderla indistruttibile e potenzialmente capace di superare ogni pericolo. Motore e radiatore sono protetti da lastre di acciaio temperato antiproiettile e antimina. L’abitacolo è blindato e a prova di gas. È collegato all’est…

Diabete, depressione, obesità. Il mappamondo delle malattie

Ci sono posti nel mondo dove alcune malattie sono pressoché sconosciute. Gli scienziati li hanno battezzati “cold spot”, ossia “punti freddi”, per distinguerli dagli “hot spot”, dove invece certe patologie sono assai diffuse. Il fenomeno è dovuto al fatto che, gli abitanti di un determinato “cold spot”, seguono diete peculiari, capaci di tenere lontani i malanni. L’ultimo numero di Focus – in edicola da domani – ha dedicato un intero servizio a questi luoghi “dove andare per non ammalarsi”. Partiamo dal Camerun. In questo punto dell’Africa il tumore al colon, molto comune nei Paesi industrializzati (200mila casi ogni anno in Europa), ha un incidenza bassissima. È la conseguenza della dieta vegetariana seguita dai camerunesi. Questi ultimi mangiano infatti enormi quantità di frutta, verdura, legumi, poco pesce e pochissima carne, favorendo la formazione di feci abbondanti e morbide che prevengono la neoplasia del colon. Il tumore al seno è pressoché sconosciuto in Giappone, in particol…

Penuria d'organi: studioso di Oxford propone l'utilizzo di feti abortiti

La carenza cronica di donatori d’organi, associata al fatto che la popolazione invecchia sempre di più e sono sempre di più i pazienti che necessitano di ricevere un rene o un fegato ‘nuovo’, sta portando gli scienziati a considerare strade terapeutiche mai imboccate, spesso a dir poco avveniristiche. Fra queste c’è quella divulgata ieri dai principali tabloid britannici: utilizzare i feti abortiti. Reni, fegati e polmoni di bambini mai nati potrebbero infatti essere trapiantati in malati in condizioni disperate, contrastando definitivamente la cronica penuria di organi. Portavoce di questa proposta è un luminare della ricerca sulle cellule staminali, Richard Gardner, dell’Università di Oxford il quale parla comunque di “una scelta temporanea”, in attesa di nuove rivoluzionarie invenzioni in campo medico. Lo scienziato dice che i tessuti fetali potrebbero concretamente offrire una valida alternativa alle tante altre strade finora percorse per risolvere la crisi di organi, ma che non h…

Concepito per curare il fratellino. A 5 mesi lo guarisce dall'anemia

L’idea di far nascere un bambino ‘su misura’ per salvare il fratello ha avuto successo. La storia dei due fratellini spagnoli Andres e Javier inizia cinque mesi fa quando viene alla luce Javier in una clinica spagnola. Il secondogenito nasce con uno scopo ben preciso: salvare la vita al fratellino malato di beta-talassemia, l’anemia mediterranea (patologia ereditaria), tramite la selezione genetica pre-impianto (tecnica vietata in Italia dalla legge 40). I medici intervengono quando il bimbo non è ancora nato – e non è nemmeno nella pancia della mamma - modificando il suo corredo genetico, così da farlo nascere senza la malattia del fratello e in modo da utilizzare il suo cordone ombelicale per un trapianto di midollo osseo che possa guarire Andres. L’operazione di fecondazione assistita riesce alla perfezione: Javier nasce infatti sano, pesa 3 chili e 400 grammi e non ha alcun problema di salute. È l’ottobre del 2008. Il 23 gennaio del 2009 presso l’Hospital Virgen del Rocio di Sivig…

La dieta del macho

Cibo e sesso. Binomio da sempre caro all’immaginario collettivo. In molti infatti ritengono che sia possibile incrementare il desiderio sessuale mangiando determinati alimenti, così come identificare particolari carenze affettive laddove si eccede con un certo nutrimento. Ma da un punto di vista scientifico cosa c’è di vero in tutto questo? La risposta arriva da un team di studiosi della Società Italiana di Andrologia, impegnato dal 23 al 28 marzo con la 9° edizione della Settimana della Prevenzione Andrologica, che consentirà a chiunque di farsi visitare gratuitamente in 235 centri specializzati. Secondo gli scienziati – nella letteratura medica - sono più di 300 gli articoli scientifici riferiti alle sostanze afrodisiache e una quarantina quelli dedicati ai cosiddetti “cibi afrodisiaci”. Tuttavia non si è ancora fatto luce in modo preciso sulle qualità “erotiche” degli alimenti, poiché molte volte a eccitare sessualmente una persona non è l’alimento in sé, bensì l’emozione – e la re…

Vizi e virtù del Viagra

Immagine
Sono passati più di dieci anni dall’entrata in commercio del Viagra e la sua importanza nella lotta all’impotenza è ormai consolidata. Ciò che però ancora non si sa con precisione è se il famoso medicinale può far bene anche in altre situazioni. A questo proposito uno studio divulgato recentemente da esperti dell’Università La Sapienza di Roma dice che il Viagra è benefico anche per il cuore. In particolare, secondo gli scienziati, è in grado di aiutare a recuperare la funzionalità cardiaca perduta in pazienti obesi e diabetici. Lo studio - condotto su 100 malati, tutti contraddistinti da un cuore patologicamente ingrossato, ha dimostrato che il sildenafil - principio attivo del Viagra - riesce a modificare la struttura del corpo cardiaco e, rafforzando la struttura muscolare, anche a migliorare la sua funzionalità. La notizia desta una certa curiosità in quanto si è spesso detto che il Viagra è controindicato per chi soffre di malattie cardiovascolari, o chi – avendo la pressione alt…

La dieta mediterranea? Si segue di più al Nord

Secondo recenti stime diffuse dall’Istat e riprese dagli esperti dell’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica gli italiani hanno sempre più problemi legati a sovrappeso e obesità. Nel Belpaese su cento persone oltre i 18 anni 9,8 sono obese, 34,2 in sovrappeso, 52,6 normopeso e 3,4 sottopeso. Ciò significa che, su cento italiani over 18, ben 44 hanno problemi, più o meno preoccupanti, con la bilancia. Il fenomeno è in continua crescita: gli obesi - negli ultimi cinque anni - sono infatti cresciuti del 9%, soprattutto tra i maschi di 25-44 anni e tra gli anziani. Queste cifre, addirittura, sembrerebbero sottostimate e per questo molti scienziati preferiscono affidarsi a quelle del Progetto Cuore dell’Istituto Superiore di Sanità, che posizionano l’obesità intorno al 20% (18% per gli uomini e 22% per le donne). “Il campione del Progetto Cuore, anche se ristretto, trasmette un allarme da non sottovalutare – dice Giuseppe Fatati, responsabile Unità di diabetologia e dietol…