Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2012

TORRI TELEVISIVE

Immagine

Terremoto, che fare?

Immagine
Torna a tremare la terra in Italia. Una scossa di 5,8 gradi di magnitudo è stata registrata in Emilia, dove si contano già otto vittime. L'epicentro del nuovo sisma si trova in corrispondenza di Mirandola, Cavezzo e Medolla, piccoli centri del modenese. «Qui la situazione è gravissima», hanno commentato i sindaci dei rispettivi comuni. A San Felice sul Panaro è crollata la torre del'Orologio e anche varie fabbriche ed edifici. Il sisma ha coinvolto gran parte del nord, avendo raggiunto Milano, Aosta, Torino, e addirittura alcune aree austriache. (Mentre scrivo questo articolo il lampadario balla ancora, è la scossa delle 12.56). Ora del terremoto, le nove di mattina: molte persone in preda al panico, negli uffici milanesi e bolognesi, sono corsi in strada preoccupati da eventuali crolli. A Milano, il Pirellone, sede della Regione Lombardia, è stato fatto evacuare. A Padova sono state fatte evacuare le strutture universitarie. I treni sulla Bologna-Milano hanno ricevuto l'…

Cuori in salute

Immagine
Un'iniziativa importante del San Raffaele... 

Il dipartimento cardio-toraco-vascolare dell’Ospedale San Raffaele invita i cittadini milanesi a prendersi cura del proprio cuore e delle proprie arterie in una tre giorni – 28, 29, 30 maggio –  dedicata alla prevenzione: 180 visite gratuite su prenotazione, punto informazioni, test sul rischio cardiovascolare scaricabile da internet (www.hsr.it). L’iniziativa è un impegno che il San Raffaele prende con il pubblico per sostenere l’educazione alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, che può essere eseguita con esami poco invasivi e particolarmente efficaci. Sono invitate a partecipare tutte le persone di età compresa tra i 30 e i 50 anni, di entrambi i sessi e in buono stato di salute. La malattie cardiovascolari costituiscono la principale causa di morte, la più frequente di ricovero ospedaliero e una delle cause più importanti di invalidità. Sono malattie di cui si conoscono bene i fattori di rischio, che si dividono in  modi…

La musica dell'assenza: appuntamento a Mantova

Immagine
Domani a Mantova presento il libro “La musica dell'assenza”, chi dovesse trovarsi da quelle parti... 

L'articolo uscito su La Provincia di Cremona: 
La ‘guerra’ della musica nel Novecento è stata vinta dal rock’n’roll che ha monopolizzato il pianeta a livello di contenuti e di vendite. Ma chi ha perso questa guerra? L’interessante, curioso e originale saggio scritto da Gianluca Grossi parte proprio da questo domanda per riscoprire e rivalutare i ‘perdenti’. Inizia così la ‘caccia’ a 31 generi dimenticati da pubblico e case discografiche che vengono inquadrati storicamente e musicalmente. E spunti e curiosità non mancano per sbalordire e coinvolgere il lettore. Dall’insubre (la canzone popolare lombarda) al raï algerino, dalla klapa croata al shamisen giapponese, dal bluegrass statunitense allo yodel svizzero. E dietro a ogni genere si nasconde la storia di un popolo, di una terra, di un’autenticità che si è conservata nel tempo e di un’evoluzione dettata dal cuore, dalla vita …

A caccia del pianeta X

Immagine
Gli astronomi tornano a parlare dell'ipotesi di un pianeta X, situato oltre l'orbita di Plutone, a 140 miliardi di miglia dal Sole. Secondo gli esperti del National Observatory of Brazil di Rio de Janeiro, il riferimento è a un corpo celeste grande quattro volte la Terra, simile a Nettuno. Sono arrivati a queste conclusioni dopo aver studiato i movimenti di vari asteroidi che compongono la fascia di Kuiper, che ruotano intorno al Sole ai confini del Sistema. Secondo Rodney Gomes, a capo della ricerca, alcuni di questi corpi celesti percorrerebbero un'orbita alquanto insolita, che può essere spiegata solo con la presenza di un gigantesco pianeta oltre i “binari” plutoniani; Gomes ha studiato queste orbite mettendole a confronto con una serie di ricostruzioni virtuali al computer, che differiscono da quanto ci si dovrebbe aspettare dalla cosmologia classica. Rory Barnes, astronomo dell'Università di Washington rivela che “un altro pianeta nel Sistema solare porterebbe n…

Perchè i terremoti colpiscono anche la pianura

Immagine
Il terremoto in Emilia induce a riflettere sul fatto che forse zone veramente “immuni” dai terremoti in Italia non ce ne siano. In realtà in questo punto dello Stivale sta avvenendo un fenomeno geologico ben preciso: la placca adriatica, in costante movimento, si sta spostando verso nord-est alla velocità di 4 millimetri all'anno. Secondo gli esperti la falda dell'Appennino avanza sotto la pianura padana, comprimendosi e rialzandosi lungo un fronte che ha la forma di un arco e dove si concentra la pericolosità sismica. Il sisma emiliano, in particolare, risulta localizzato lungo la ramificazione più settentrionale della faglia ferrarese, storicamente legata alla geotettonica padana. Non è un fenomeno nuovo. Lo provano eventi sismici avvenuti centinaia di anni fa. Nella stessa area infatti si sono verificati terremoti di simile entità nel 1117, nel 1570 e nel 1987. Si torna quindi a parlare dell'impossibilità di prevedere un sisma. Ma questa volta ci si è andati molto vici…

Nati sotto il segno della Vergine

Immagine
Facebook serve anche a questo: a scoprire che il giorno di nascita più comune è il 16 settembre, il meno comune (comprensibilmente) il 29 febbraio. Lo studio ha analizzato i nati fra il 1973 e il 1999, arrivando a concludere che, evidentemente, si “fanno i bambini” soprattutto durante le vacanze di Natale. E ciò spiega il motivo dei boom nei giorni settembrini...

Lotta allo stafilococco

Immagine
Una sostanza presente in una rara pianta che cresce in Cile potrebbe aiutare a combattere lo Staphylococcus aureus, un batterio pericoloso che resiste all'azione antibiotica e infesta gran parte dei nostri centri ospedalieri. A capo dello studio c'è il chimico Jes Gitz Holler che ha viaggiato a lungo nella foresta pluviale con altri scienziati dell'Università di Copenaghen. Gli esperti si sono prodigati per raccogliere piante ed erbe che da millenni gli abitanti locali sfruttano per curare i propri mali. Holler ha così individuato in un avocado cileno (Persea lingue) una sostanza, poi battezzata Composto 1, che ha il potere di bloccare la pompa interna alle membrane del batterio MRSA, in grado di espellere gli antibiotici rendendoli inutili. «Abbiamo raccolto numerose specie e le abbiamo vagliate per vedere quali avevano maggiore efficacia», ha spiegato Holler. «Sulle più promettenti abbiamo eseguito l'isolamento guidato da prova biologica». In altre parole - si legge…

La prima volta di Dragon

Immagine
Il primo taxi spaziale è pronto al decollo. Si ratta di un prototipo, la capsula Dragon, testata con successo negli ultimi mesi. Sviluppata dalla una compagnia di Hawtorne, California, in collaborazione con la NASA, sarà lanciata ufficialmente il prossimo 19 maggio verso la Stazione orbitale internazionale. Si tratta del primo lancio di un veicolo di tipo commerciale. Il prototipo dell'azienda SpaceX volerà senza equipaggio, ma potrebbe potenzialmente agire come una sorta di taxi spaziale, in grado di trasportare fino a sette astronauti verso le stazioni spaziali orbitanti. Molti esperti parlano di un ritorno agli anni Sessanta. Osservando, infatti, con attenzione Dragon, sembra di vedere una capsula simile a quelle utilizzate per il programma Apollo; la stessa, peraltro, impiegherà un razzo per raggiungere il cosmo, il Falcon 9, un colosso di 54 metri e un diametro di quattro metri. I test sono andati a gonfie vele. Lo scorso 30 aprile c'è stata una prova generale di accensi…

Rimpiccioliti dall'effetto serra

Immagine
Ci sono stati tempi in cui le specie animali e vegetali erano molto più grandi di quelle attuali. Basta pensare ai dinosauri o alle felci e agli equiseti giganti. Oggi, però, a causa dell'effetto serra sembrerebbe che le dimensioni delle specie naturali stiano rimpicciolendosi sempre più. È questo il succo di uno studio condotto da Jennifer Sheridan e David Bickf dell'Università di Singapore. Gli scienziati hanno appurato che, a ogni grado in più del nostro clima, la taglia degli invertebrati marini (stelle di mare, ricci di mare e spugne) si riduce dal 0,5 al 4%. Nei pesci va ancora peggio con riduzioni comprese fra i 6 e il 22%. Secondo i ricercatori americani la colpa è dell'effetto serra e dell'eccessiva quantità di anidride carbonica presente nell'aria e nelle acque. Un fenomeno analogo sarebbe avvenuto oltre cinquanta milioni di anni fa, con animali come api, vespe e formiche che ridussero le loro dimensioni fra il 50 e il 75%. Toccò anche a specie evolute c…

L'origine etrusca

Immagine
E se gli etruschi discendessero dai traci? Un azzardo? In questo documentario si evidenziano le analogie fra l'antico popolo italico e quello di origine orientale... 

Trasgressioni marine, non dipende solo dall'effetto serra

Immagine
Spesso quando si sente parlare di acque alte, si finisce per fare un po' di confusione, non sapendo mettere bene a fuoco ciò che è il frutto di empasse climatologici, da ciò che è invece collegato a fenomeni contingenti, quasi sempre di natura geologica. Alla luce di ciò si può introdurre l'argomento soffermandosi sul fatto che in tutto il mondo il livello delle acque sta progressivamente aumentando per un motivo ben preciso: lo scioglimento dei ghiacci. L'argomento è strettamente dipendente dal cosiddetto effetto serra, tale per cui, con l'aumento medio delle temperature, si ha anche una velocizzazione dei processi di scioglimento glaciali, che, di conseguenza, provocano un innalzamento globale dell'asticella immaginaria che misura l'orizzontalità di mari e oceani. Sul surriscaldamento globale se ne parla tutti i giorni, spesso a sproposito. Le dispute insorgono anche fra gli addetti ai lavori, con scienziati schierati con l'idea che l'effetto serra s…